Distretto Biologico dell'Appennino Bolognese

Studio di fattibilità del GAL Appennino Bolognese
 

Un progetto del GAL Appennino Bolognese per sondare le condizioni di avviamento di un Distretto Biologico nel nostro Appennino.

NewsDati e documenti

GAL Appennino Bolognese

Il Gruppo di Azione Locale (GAL) dell’Appennino Bolognese è una società consortile pubblico-privata a responsabilità limitata che gestisce risorse assegnate dal Piano di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna 2014-2020.

La Strategia di Sviluppo Rurale per la Programmazione 2014-2020 ha individuato gli aspetti fondamentali per l’Appennino Bolognese: turismo sostenibile e valorizzazione delle filiere agroalimentari locali attraverso la valorizzazione degli Itinerari turistici, che verranno qualificati attraverso convenzioni con gli Enti locali e che vedranno coinvolte le realtà imprenditoriali attraverso l’adesione alla Carta dell’Accoglienza, nonché sostenute attraverso bandi di finanziamento per la qualificazione delle imprese private locali. Il GAL, infine, con le regie dirette realizza la promozione integrata, crea e qualifica l’offerta territoriale.

Territorio

Il territorio su cui opera il GAL

Il territorio del GAL Appennino Bolognese per la programmazione 2014-2020 …

Strategia

Piano di Azione 2014-20

Il percorso partecipativo di stesura della Strategia e del relativo Piano di Azione…

Regia Diretta

Interventi a regia del GAL

Gli interventi promossi dal GAL e in cui il GAL è beneficiario diretto del sostegno …

Bio: nuova frontiera per l’agricoltura di montagna

Agricoltura non intensiva, non iperproduttiva, non industriale, naturale, biodiversa, funzionale alla salute ed alla corretta alimentazione, anti intolleranze alimentari.
Simbolo del biologico di qualità, in armonia con i valori della montagna, delle antiche varietà vegetali e razze animali, degli allevamenti semi-brado, delle tradizioni e dell’artigianalità, coadiuvata e sostenuta dalle scelte degli Enti Locali (mense, buone pratiche, eventi, …), e dai servizi offerti a turisti e consumatori.

+8% le vendite del Bio

80 miliardi di Euro di fatturato, 2,7 milioni di produttori coinvolti e 57,8 milioni di ettari di t3erreno destinato all’agricoltura bio. Sono i dati presentati al Biofach 2018. L’Italia è il paese con più alta crescita di superficie coltivata bio. Crescono il fatturato, il numero di aziende e le superfici coltivate.

Un biodistretto offre la possibilità di distinguere la produzione bio dell’Appennino, per comunicare al consumatore che quel prodotto arriva da un territorio certificato e pulito e ha caratteristiche nutrizionali migliori.

– Natale Malcomini, Presidente dell’Associazione di produttori “Orizzonte campagna”

Per una Regione come la nostra che vuole competere puntando soprattutto su qualità e distintività della propria agricoltura, il biologico è un settore strategico. Per questo da qui al 2020 vogliamo raddoppiare le superfici bio in Emilia-Romagna

 

– Simona Caselli, Assessore all’Agricoltura Regione Emilia Romagna.

L’agricoltura biologica è una risposta efficace, anche a scala globale, alle grandi questioni del nostro tempo, cambiamento climatico e sicurezza alimentare in primis

 

– Paolo Carnemolla, FederBio

Il Distretto Biologico è un indicatore della sensibilità e tutela degli operatori dell’ambiente

 

– Marco Sambin, Presidente Distretto Bio dei Colli Euganei

La situazione di partenza nel nostro territorio

Comuni

Ettari coltivati

%

Coltivazione Biologica

Lo studio di fattibilità

FASE 1 – STUDIO DI FATTIBILITÀ

Indagine Territoriale

Mappatura delle produzione e delle azienda, esistenti e potenziali; Infrastrutture di trasformazione e analisi fabbisogni; consumi di prodotti Bio; Analisi aspetti distributivi; …
FASE 1 – STUDIO DI FATTIBILITÀ

B – Diffusione, coinvolgimento, sensibilizzazione e divulgazione

Interviste con produttori e trasformatori, amministratori locali e associazioni; Incontri pubblici a livello locale; Attività promozionali e di marketing territoriale; Produzione di materiali divulgativi…

Il diario del progetto:
ultime news

In questa sezione troverete sempre le ultime informazioni sui passi intrapresi nel portare avanti il progetto, i dati rilevati, gli incontri programmati, gli eventi, etc., per consentire la più ampia partecipazione e interessamento. Aiutateci anche voi e condividete nei vostri social network le informazioni che pubblichiamo!
Presentazioni pubbliche del Progetto di fattibilità

Presentazioni pubbliche del Progetto di fattibilità

Il progetto e l'elaborazione dei dati raccolti è stato presentato nei mesi recenti mediante incontri pubblici nei territori delle Unioni dell'Appennino. Alle persone intervenute sono state illustrate le informazioni riportate nel file qui allegato. Al termine della...

Faggeto, Val di Venola

Faggeto, Val di Venola

Approdata da pochi anni in Appennino, come tanti altri che negli ultimi tempi hanno intrapreso l’esodo contrario, dalla città alla montagna, ho subito intravisto nella bellezza dei luoghi e della natura grandi possibilità. Ma ahimè anche tutte le problematicità del...

Geart, Valsamoggia

Geart, Valsamoggia

Mappare le aziende virtuose dell'Appennino creando un Bio-distretto è doveroso nei confronti degli attori coinvolti e del territorio appenninico affinché lo stesso possa crescere sotto vari profili in linea con altri territori di altri paesi europei. Sono approdata 30...

WordPress Video Lightbox Plugin